Poesia

In questi tempi di guerre, non per noi Italiani grazie al cielo, di ingiustizie sociali, di paradossi economici, di lacerazioni politiche, dimenticanze storiche rimane sempre e comunque la voglia di provare a colorare qualche cosa di bello.

C’è bisogno di un cambio culturale, si dice, ma allora perchè, sempre (o quasi grazie al cielo) siamo sempre li a guardare i soliti films, ascoltare la solita musica, commemorare i soliti pittori?

Ripartire dalla cultura?
Si, ma se poi per accedere a questa “nuova cultura” devi avere già una nuova visione del mondo?
C’è qualche cosa che non va?
SI!

Io spero che si riempiano le strade di questi nuovi artisti, veicolo di questo nuovo vento pacifico, pieno di impegno, pieno di protesta, pieno di sogni e di una poesia che oggi non sappiamo nemmeno descrivere.

Spero che scaccino via a sorrisi e qualche benefico calcio nel sedere le notti bianche, rosa, verdi, blu e soprattutto quelle nere!

Che ci sia baccano!

Che ci sia sporco di questa nuova, incontrollabile frenesia!

Che ci sia!

OVUNQUE!

Ci mancano i colori e le parole per sognare quello che sta al di la dell’orizzonte…
Ma qualcuno, in questo mondo, se lo cerchiamo, ha tutta la tavolozza pronta per sognare…

E in fondo, se lo cerchiamo, ognuno di noi ha questi colori di speranza, gioia, canto e poesia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *