Il mistero dello scambio

Used-clothing

Tutti gli anni, 2 volte l’anno a lodi si svolge un evento “lo scambio dei vestiti”.

Nato nella casa di una mia zia e fatto per scambiarsi vestiti tra amiche, questa buona prassi tipicamente familiare è cresciuta fino a diventare aperta a tutta la città.

Stupendo! finalmente non sei dispiaciuta di buttare vecchi vestiti perchè sai che li prenderà qualche amica o comunque qualcuno che ne farà buon uso. Trovi vestiti interessanti, bizzarri, base ma anche belli!

Io per esempio ho smesso di comprare vestiti, salvo rare occasioni.

Però quest’anno qualcosa è cambiato…

Guardo e frugo tra i vestiti e non capisco…siamo qui così in tanti e rimangono solo gonne immense da “anziana signora”. Possibile che solo io abbia portato dei vesititi mettibili? Sì una o due magliette le trovo…ma il resto?

Non sono l’unica spiazzata.

Piano piano a tutte viene svelato l’arcano, il segreto, il mistero della sparizione dei vestiti più belli:

quando arrivi vieni gentilmente accolto dall’associazione che gestisce lo scambio, ti invitano a lasciare giù il tuo sacco che loro divideranno per tipo di vestiti.

Ecco!

Lì avviene la sparizione!

Colei che distribuisce, giustamente e in buona fede, trova nei sacchi qualcosa di interessante e “chi prima arriva meglio alloggia” e i vestiti migliori spariscono così.

…ci sto pensando ma forse l’anno prossimo lo scambio lo faccio privato.

 

vita cancerogena

Sì certo, Lodi è una delle città con la più alta incidenza di tumori, sì il microonde è mutogeno e cancerogeno, certo certo anche il benzene, no non lo dimentico l’eternit, sì anche i vestiti, Greenpeace  ha fatto una sfilata…

l’elenco è lungo, infinito?

Sembra che alcune cose non ci facciano indignare, non vogliamo crederci e non vogliamo pensarci…

Ma questo fa parte del prendersi cura del mondo e di noi, se vogliamo proprio essere egoisti.

Quando si inizia a cambiare?